“Bianco in Movimento” all’ITET Don Luigi Sturzo di Bagheria

DSC_3468

 

 

 

Non si è ancora spento l’eco dei pedoni bianchi avanzanti “spavaldamente” verso il “campo” nemico che è già giunta l’ora di fare qualche riflessione su quanto è accaduto Domenica 12 Giugno a Bagheria, presso l’ITET Don Luigi Sturzo di via Ignazio Loyola, 7. Hanno avuto luogo due eventi scacchistici a squadre tra i più importanti della stagione 2016: la combinata  CIS Under 16,  valida per la quali-ficazione alle Finali Nazionali, che attribuisce il titolo di Campione Regionale a Squadre all’Associazione vincitrice e la Coppa Sicilia, con organizzazione a cura della ASD Chessmate Academy di Bagheria.

DSC_3474

Uno sforzo organizzativo notevole, per una piccola realtà come la nostra, ma che è stato premiato dalla presenza di un pubblico competente e numeroso, e dalla  parteci-pazione di ben 25 squadre giovanili, per il CIS Under 16, e di 12 formazioni per la Coppa Sicilia. Quasi 200 tra giocatori e riserve provenienti da tutta la Sicilia, con Palermo e Catania, che hanno fatto la parte del leone, ma anche da Bagheria, Marsala, Monreale e Erice.

Nella Coppa Sicilia le prime due posizioni sono andate al Circolo Palermitano Scacchi con le formazioni “CPS Master” (a punteggio pieno) e “CPS Informatica Commerciale” (11 punti). Con 10 punti il Centro Scacchi Palermo si è ritagliato un suo spazio nel podio. I premi di scacchiera sono tutti andati a dei giocatori del CPS Master che hanno dominato la Coppa:

1^ Andrea Amato (7 su 7);

2^ Bifulco Michele (6,5 su 7);

3^ Gueci Tea (7 su 7)

4^ Corsino Gianluca (6,5 su 7).

Nel CIS Under 16, ha vinto per il secondo anno consecutivo l’ASD Lilybetana, a conferma del grande lavoro svolto negli ultimi anni nel settore giovanile dalla compagine marsalese. Al secondo posto, staccati da un solo punto di squadra e pari nel punteggio individuale, si sono piazzati i ragazzi della Don Pietro Carrera Ultramed U16 di Catania, a loro volta ex aequo con i ragazzi del Città di Palermo Junior, che si sono classificati terzi.

Al quarto posto, e primo della categoria U10, si è posizionato il Centro Scacchi Palermo che ha preceduto, per spareggio tecnico, il CPS Young U10 (entrambe a 8 punti). La terza U10 è la Città di Palermo Girls. 

Nella categoria U12 al primo posto si è classificata l’ASM Ipercoop La Torre con 7 punti (9° posto assoluto) al secondo posto il  Città di Palermo Junior (12° posto) e al terzo il Centro Scacchi Palermo  (13° posto).

Per quel che riguarda i Premi di Scacchiera ecco i vincitori

1^ Gagliardotto Paolo (Monrealese) con 6 su 6;

2^ Cino Adalberto (Centro Scacchi Palermo) con 5 su 6;

3^ Morana Marco (Lilybetana Marsala) con 5 su 6;

4^ Prestigiacomo Francesco (ASD Chessmate Bagheria) con 6 su 6.

Fin qui, l’evento prettamente scacchistico, anche se di livello regionale, che ha visto, tra gli altri, la presenza del Sindaco di Bagheria, Patrizio Cinque, venuto a portare i saluti dell’amministrazione comunale il quale, molto sportivamente, non ha esitato a raccogliere il “guanto di sfida” lanciatogli da una nostra associata e misurarsi con lei in una partita ad armi pari, ma la combinata scacchistica di Domenica scorsa non è stata solo questo. E’ stata molto di più. Sul finire della serata, si è trasformata nel luogo prescelto per una sfida epica: una rappresentativa della Scuola di Scacchi Petrosjan di Mosca, in questi giorni a Palermo per un gemellaggio con il Comitato Scacchistico Siciliano, versus l’ASD Lilybetana, vincitrice del CIS Under 16.

DSC_3476

 

A chi come me ha superato le 50 primavere, è sembrato di trovarsi agli albori degli scacchi moderni, e precisamente durante il Campionato del Mondo di scacchi del 1972, pronto ad assistere ad uno degli incontri tra il detentore del titolo, il russo Boris Spasskij e lo sfidante, l’americano Bobby Fischer, che poi avrebbe vinto l’incontro per 12,5 a 8,5. Per nostra fortuna la “guerra fredda” è un lontano ricordo, estraneo alla cultura dei giovani che hanno partecipato al Torneo, ma a giudicare dal silenzio, dall’attenzione, dalla partecipazione e dalla competenza con cui il pubblico ha assistito alla “sfida” allestita all’interno dell’auditorium dell’ITET Don Luigi Sturzo, un incontro con i maestri della Moscòva mantiene inalterato l’antico fascino.

Come da copione, i giovani campioni russi, accompagnati dalla presidentessa dell’Associazione Amici Italia Russia, Ekaterina Spirova, e da una dirigente della scuola moscovita, hanno stravinto il confronto con i loro pari età marsalesi i quali, nonostante si siano battuti da autentici leoni, nulla hanno potuto fare contro avversari così capaci. Perdere era nello stato delle cose. Quel che più conta per loro, così come per tutti i giovani scacchisti che hanno assistito alle partite, è di aver vissuto una esperienza unica che li arricchirà nel corso della loro giovane vita, invogliandoli a migliorarsi sempre di più magari, per raggiungere un giorno, i livelli dei loro nuovi Amici russi.

russiDSC_3590

 

 

 

 

 

DSC_3568DSC_3474

 

 

 

GALLERIA FOTO (in alta risoluzione) a cura della Chessmate Academy

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vai alla barra degli strumenti